31 Marzo 2020

Storia

Un video per festeggiare i 35 anni del CUI I Ragazzi del Sole

1986-1987

Il 20 Novembre, con registrazione notarile, nasce ufficialmente l’Associazione C.U.I. Comitato Unitario Invalidi Scandicci Le Signe, con sede in Via Rialdoli 146 a Scandicci.
In collaborazione con la Provincia di Firenze, si organizza un corso di attività motoria per disabili.

1988

A Lastra a Signa si tiene il Convegno “Disabili, scuola dell’obbligo e territorio” organizzato con il Distretto Scolastico n. 17, i Comuni di Lastra a Signa, Scandicci e Signa, l’USL 10F e la nostra Associazione.

1989

La prima sede ufficiale. Nel lontano 1986 la prima sede della neo nata Associazione CUI Comitato Unitario Invalidi Scandicci-Le Signe si trovava a Scandicci in Via Rialdoli. Il CUI cresce; ha bisogno di una sede più adeguata. Nel 1989, il sindaco di allora, Mila Pieralli, sensibile alle richieste e alle nostre necessità, ci offre in comodato un locale in Via Monti che diventa la prima sede ufficiale dell’Associazione CUI I Ragazzi del Sole.

1990

Iniziano i primi contatti con parrocchie, gruppi Caritas, quartieri e case del popolo per far conoscere al territorio il problema della disabilità.

1991

I primi Gruppi di Volontariato. Nascono gruppi di volontari per permettere ai ragazzi disabili di trascorrere alcune ore fuori di casa con coetanei normodotati. Il primo gruppo dei Ragazzi del Sole si ritrova al Centro Sociale Socet grazie alla disponibilità del quartiere di Vingone. Altri gruppi fioriscono a Lastra a Signa e a San Giusto.

1992

Cresce il numero dei volontari che ci permette di prendere parte alla Fiera di Scandicci.
Nascono due nuovi gruppi di volontari: alla parrocchia della Natività di Lastra a Signa e alla parrocchia di Santa Maria a Torregalli.

1993

La nostra pubblicazione. Nasce il Giornalino I Ragazzi del Sole che si prefigge di informare sulle attività della Associazione e sulle problematiche della disabilità. Viene indirizzato a soci, volontari, istituzioni e cittadini. Spettacolo “Noi per Voi” presso il Teatro Studio per autofinanziarsi.
Per la prima volta si organizza una festa per i volontari con la consegna di un oggetto ricordo. Questo appuntamento in seguito si terrà ogni anno.

1994

Alla Discoteca Lyons Garden di Scandicci va in scena “Spettacolando” e iniziano le serate danzanti con disabili e volontari.
Al Teatro Studio di Scandicci va in scena lo spettacolo “Una serata insieme”.
Su iniziativa del CUI, in una farmacia di Scandicci, vengono raccolte firme per eliminare le barriere architettoniche.
L’Associazione cambia nome: da “C.U.I. Comitato Unitario Invalidi Scandicci/Le Signe” diventiamo “CUI I Ragazzi del Sole”.

1995

Si ottiene l’iscrizione al Registro Regionale del Volontariato e il riconoscimento della Personalità Giuridica Privata.
Con un finanziamento della Regione Toscana organizziamo un laboratorio di formazione volontari; il corso è tenuto da una coordinatrice e da cinque esperti ed ha una durata di sette mesi.

1996

Nella scuola elementare di Badia a Settimo viene creato un nuovo gruppo di volontariato.
Si organizza una gita sociale a Mammiano ed altre negli anni successivi.
Alcune iniziative per il nostro decennale di costituzione: 1986-1996.

1997

In sede vengono proiettati film sulla disabilità e dibattito con neuropsichiatra e volontari.
Viene presentata “CAR.HA.”, carrozzina per disabili dotata di tecnologia all’avanguardia, durante la Manifestazione “Rette parallele si incontrano oggi” alla presenza di amministratori, associazioni, scuole e cittadini.

1998

Portobello. Portobello si è tenuto ogni anno nel mese di maggio nella Piazzetta Rossa a Scandicci e ha portato nelle casse del CUI consistenti risorse per finanziarie i numerosi progetti dell’Associazione. L’ultima edizione si è tenuta nel 2009.
In Piazza della Repubblica a Firenze si tiene la manifestazione “Handicap sfida l’Informazione” con CAR.HA.
Con la Provincia di Firenze e le Associazioni A.SE.BA. e “Pentagramma” organizziamo il seminario “I nodi critici della disabilità”.
Si costituisce, con l’Associazione A.Mi.G., la Tipografia “L’immagine”.

1999

Allo stadio Comunale di Firenze partecipiamo attivamente, con la vendita dei biglietti, alla “Partita del Cuore”. Parte dell’incasso della partita servirà a finanziare i progetti delle case famiglia per disabili.

2000

Il CUI partecipa alla Conferenza di Programmazione dei Servizi Sociali del Comune di Firenze.
Il Comune di Scandicci restaura La Baracca, storica struttura di Vingone, che viene concessa in comodato al CUI I Ragazzi del Sole, dove saranno organizzati gruppi di volontariato e alcuni laboratori.

2001

Siamo affiliati ad A.N.P.A.S.
Nasce Casa Viola, appartamento situato a Casellina datoci in comodato dal Comune di Scandicci, dove si realizzeranno progetti per abituare disabili con maggiori autonomie al distacco dalla famiglia.
A Signa, con un contributo del Comune, il CUI prende in affitto un l’appartamento Casa Gialla che fino al 2010 ospiterà ragazzi disabili con minori autonomie per agevolarne percorsi di autonomia.

2002

Con finanziamenti propri e donazioni di privati l’Associazione si dota di un pulmino Fiat Scudo.
Iniziano gli incontri di auto-aiuto con la Fondazione Devoto rivolti ai genitori del Progetto “Dopo di noi”.
Iniziano le riunioni con fratelli e sorelle dei disabili per i progetti del “Durante e dopo di noi”.

2003

X MEN. Laboratori che prevedono incontri nelle classi con attività di simulazione, giochi di ruolo e discussione, per rimuovere gli stereotipi e le paure legate al rapporto con la disabilità. Il Progetto X MEN è terminato nel 2015.
Tramite ANPAS aderiamo al Progetto del Servizio Civile Nazionale.

2004

Centro Diurno “Il Faro”. Viene inaugurato il Centro Diurno “Il Faro” che si trova nella struttura de La Nuova Baracca. E’ un Centro di osservazione e orientamento al lavoro gestito dalla Cooperativa Sociale G. Barberi onlus, la Cooperativa Sociale Il Girasole e l’Associazione CUI I Ragazzi del Sole onlus, costituitesi in ATI. Il Centro è rivolto a un’utenza con disabilità medio/lieve.

2005

Progetto ASDI. Nasce, dietro nostra proposta, ASDI, un servizio che fornisce aiuto a disabili intellettivi, in particolare non collaboranti, per potere accedere a prestazioni diagnostiche e terapeutiche.
Il Progetto funziona grazie alla disponibilità di molti medici e l’impegno di nostri volontari che gestiscono le telefonate da una postazione a Careggi dotata di telefono con numero verde 800729729.

2006

Per il Ventennale dell’Associazione, 1986-2006, organizziamo alcuni eventi.
Si tiene “La giornata dei ricordi” presso il comune di Scandicci.
Il CUI, in collaborazione col Cesvot, propone un corso di formazione per volontari.

2007

I Lions Club Firenze/Scandicci diventano nostri amici e organizzano per noi una raccolta fondi al Teatro Aurora con lo spettacolo “Aggiungi un posto a tavola”.
Alla Casa del Popolo di Casellina si cena in collaborazione con l’Unione Cuochi Regione Toscana e i ragazzi del centro diurno Il Faro.

2008

Con finanziamento regionale si organizza un circolo di studio fratelli/sorelle dei disabili con la collaborazione del dottor Stefano Lassi, psichiatra-psicoterapeuta.
Con il contributo del Cesvot viene allestito il corso di formazione per volontari “Camminiamo insieme… uniti verso il futuro”.

2009

Donna Città di Scandicci: insignita di questa importante onorificenza la nostra Presidente Patrizia Frilli per la tenacia e coinvolgente determinazione con le quali ha perseguito la tutela dei diritti dei diversi e la loro inclusione sociale.
Organizziamo un incontro con Don Masi alla Baracca di Vingone dal titolo “Da Baracca a Nuova Baracca”.
Si dà vita allo sportello di consulenze “Spazio e Ascolto”.

2010

Una Dacia Logan da 7 posti è la nuova macchina in dotazione del CUI, acquistata con finanziamenti propri e di privati.
Inaugurazione di Casa Verde, appartamento dato in comodato al CUI dal Comune di Scandicci, per un progetto di autonomia per ragazzi disabili molto autonomi. Il progetto cesserà nel 2015, per termine comodato.

2011

Convegno sul Durante e Dopo di Noi. Nel gennaio del 2011 avviene un importante evento per la nostra Associazione. Infatti il CUI organizza un Convegno al Cinema Cabiria di Scandicci su temi di grande interesse per la disabilità. Convegno su Durante e Dopo di Noi e Fondazioni di Partecipazione.
Progetto “Bar…ella”. Durante l’estate di quest’anno il CUI I Ragazzi del Sole, l’Humanitas di Scandicci, il Centro Diurno Il Faro e la Cooperativa Sociale Gaetano Barberi danno vita alla creazione di un un bar, nei giardini della P.A. Humanitas Scandicci, gestito da ragazzi disabili insieme a un operatore e volontari. Si chiama Progetto “Bar…ella”.
Mani in Pasta e Dall’Orto alla Tavola. Le “Mani in pasta” è uno degli eventi salienti del 2011. Insieme a Slow Food Scandicci, abbiamo coinvolto i ragazzi in varie attività “da Bobo all’Acciaiolo”. Alcuni hanno partecipato al Progetto “Mani in pasta” e spesso svolto mansioni di camerieri. Nel 2013 inizia la collaborazione fra Slow Food e il Centro Il Faro con il Progetto “Dall’Orto alla Tavola”.
Avatar. Ha inizio il Progetto Avatar, laboratorio extrascolastico per minori con disabilità medio/lieve che si propone di: sviluppare capacità relazionali socializzando con i coetanei – favorire lo sviluppo di autonomie personali – creare un gruppo di appartenenza.

2012

La nuova Sede di Via del Molin Nuovo. Dal 2001 le attività del CUI coinvolgono anche altri Comuni limitrofi a Scandicci; i volontari che dedicano il loro tempo si moltiplicano. La sede di Via Monti non basta più. E’ il 2012 quando il Sindaco, Simone Gheri, ci concede in comodato alcuni locali in Via del Molin Nuovo, dove tuttora ha sede l’Associazione.

2013

Gruppo di Campi del CUI. Il gruppo nasce da genitori con figli disabili residenti nei Comuni di Campi Bisenzio e di Signa. Gli obiettivi sono quelli di tutela dei diritti, la condivisione delle problematiche e l’aiuto reciproco per garantire una adeguata qualità di vita ai disabili.
DIPOI. La nostra Associazione guida da quest’anno il DIPOI, Coordinamento toscano delle organizzazioni attive nel durante e dopo di noi. Il DIPOI nasce per fare rete fra le tante realtà che in Toscana si occupano della disabilità e gestiscono anche strutture residenziali e semiresidenziali ed è invitato ai tavoli regionali insieme ad altri coordinamenti toscani.

2014

Si avvia il “Progetto Sollievo”. Una domenica di svago per un gruppetto di disabili insieme a un operatore e volontari e alla sera cena in pizzeria.
Si partecipa ogni anno alle fiere dei Comuni di Scandicci e Lastra a Signa.

2015

ORACONNOI. Si costituisce una Fondazione di partecipazione (ORACONNOI) insieme ad altre tre realtà del privato sociale: la P. A. Humanitas di Scandicci; la P. A. Humanitas di Firenze Zona Isolotto; l’Associazione La Casa dell’Iris. La Fondazione è un ente giuridico di tutela dei disabili i cui scopi riguardano la realizzazione e gestione di appartamenti e strutture residenziali, centri diurni, attività di socializzazione tempo libero e inserimenti lavorativi.
Ci aggiudichiamo, con P. A. Humanitas e Condotta Slow Food di Scandicci, il bando per gestire Orti in Città, un terreno incolto per molti anni tornato a nuova vita grazie al lavoro dei ragazzi disabili del Centro Il Faro e di tanti volontari.

2016

ORACONNOI. La Fondazione di Partecipazione ORACONNOI è presentata alle famiglie nel mese di gennaio alla Nuova Baracca e nel mese di marzo a Villa Vogel a Firenze. Trentennale CUI. Quest’anno si celebra il Trentennale di fondazione dell’Associazione CUI I Ragazzi del Sole onlus. Fra le tante manifestazioni, una particolarmente importante, è la cena svoltasi “Da Bobo” al Castello dell’Acciaiolo. Molte e particolarmente importanti le personalità presenti.
Casa Humanitas. Il sogno della Fondazione ORACONNOI si realizza! Il 29 ottobre inizia la costruzione di Casa Humanitas, una casa per il futuro dei disabili. A Badia a Settimo, quello che era il primo piano della Casa del Popolo, accoglierà una casa per dieci disabili dove si svilupperanno anche attività di laboratori.

2017

Convegno. A conclusione dei festeggiamenti per il Trentennale di Costituzione della nostra Associazione, il 21 gennaio viene organizzato un convegno a Scandicci presso l’Auditorium in Piazza della Resistenza con il patrocinio del Comune di Scandicci e del Cesvot. Il tema del Convegno: “Durante e Dopo di Noi: sviluppi e nuove prospettive per la disabilità a livello regionale”.
Progetti. L’Associazione predispone sette diversi progetti per bambini e ragazzi con disabilità e loro famiglie: Io come Te; Diverso da Chi; IncontrAmici; Avatar/Autonomia; Ci si Vede!; Noi Insieme; Sportello di Accoglienza.
Casa Amica. Dal mese di luglio si sono avviate le attività del Progetto “Casa Amica”, presso gli appartamenti di Via Pio Fedi a Firenze nel quartiere dell’Isolotto, allestiti nella sede regionale e nazionale di ANPAS. Il progetto, formulato dalla Fondazione ORACONNOI e sostenuto da un contributo della Società della Salute di Firenze, ha l’obiettivo prioritario di mettere in opera percorsi di autonomia abitativa.
Casa Azzurra. Nell’ambito del Progetto “Obiettivo Autonomia” nasce Casa Azzurra appartamento ubicato a Lastra a Signa datoci in comodato dal Comune. La casa è stata inaugurata il 16 settembre 2017. Lo stabile si trova al piano terra. I disabili inseriti a Casa Azzurra sono i protagonisti, in sinergia con la comunità territoriale, con il terzo settore e con il volontariato.

2018

Casa Humanitas. Il grande giorno è arrivato: domenica 27 maggio 2018 abbiamo inaugurato Casa Humanitas, la casa famiglia per disabili inseguita e sognata da anni. Bella, luminosa, amichevole, nel cuore del borgo di Badia, con tutte le comodità.
Il Gruppo di Campi Bisenzio del CUI inaugura, alla presenza delle istituzioni, la sua sede e due nuove aule, morbide e multisensoriali, in due scuole del territorio.

2019

Casa Humanitas. Dopo alcuni anni siamo passati dal sogno, dai progetti e dai lavori, alla realtà di tutti i giorni, ormai da pochi mesi un gruppo di ragazzi e ragazze ha cominciato ad abitare stabilmente i luminosi spazi di Casa Humanitas.
“Chi c’è, c’è…”! Allo Sporting Arno di Badia a Settimo, agli inizi di giugno, si è tenuta la consueta sfida calcistica… e culinaria dei Ragazzi del Sole che riscuote sempre enorme successo. Alla sfida hanno partecipato Sandro Fallani, Simone Gheri e “Un Calcio per Tutti” di Lastra a Signa.
Piattaforma PASS. Il 26 febbraio il CUI e l’ASDI partecipano, su invito della Regione Toscana, all’incontro informativo e pratico per l’utilizzo della Piattaforma PASS (Percorsi Assistenziali per Soggetti con bisogni Speciali) tenutosi per la zona di Firenze il 7 marzo nell’Aula Margherita della Maternità di Careggi.

2020

Quarto rapporto sulla disabilità in Toscana. Il CUI I Ragazzi del Sole è stato invitato alla presentazione del Quarto Rapporto sulla Disabilità in Toscana presentato dall’assessore al diritto alla salute, al welfare e all’integrazione sociosanitaria della Regione Toscana Stefania Saccardi.
Causa Covid i ragazzi di Casa Viola vengono trasferiti a Casa Humanitas.
Convenzione con la Regione Toscana per il Progetto PASS: “Asdinterfaccia 2.0”.
Si partecipa alla Fiera di Scandicci insieme a Humanitas Scandicci.

2021

A Casa Humanitas sono residenti ancora gli utenti di Casa Viola.
Organizziamo festeggiamenti per il 35 anniversario del CUI con “La settimana creativa” coinvolgendo le scuole del territorio.
Nel giardino della P. A. Humanitas si tiene un “Aperitivo in musica”.
Riprendiamo alcune attività e elaboriamo il progetto “Ci si vede” con ragazzi disabili adolescenti.

Il 20 Novembre 2021 compiamo 35 anni… ma non ci sentiamo vecchi!